atome3.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Impianti

ATTUALMENTE IL SISTEMA IMPIANTISTICO E' COSTITUITO DA:

  • Centri comunali di raccolta per i rifiuti provenienti da apparecchiature elettriche ed elettroniche;
  • Impianto di selezione e valorizzazione delle frazioni secche dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata in corso di costruzione in contrada "Pace";
  • Impianto di selezione e imballaggio di cartone ubicato in località Larderia;
  • Il territorio comunale è stato inoltre dotato di Centri di Raccolta nell'ambito del Piano sullo sviluppo della Raccolta Differenziata, ubicati a Spartà, Tremonti, Gravitelli, Pistunina e Giampilieri

 L'IMPIANTO DI SELEZIONE E IMBALLAGGIO DI CARTONE

La Società Messinambiente effettua le operazioni di selezione e recupero del cartone e della plastica nel capannone sito in contrada Roccamotore a Larderia. Dal mese di ottobre 2007 il sito è dotato di un impianto di selezione e pesatura che assicura nel breve periodo la possibilità di incrementare la selezione di plastica.


CENTRI DI RACCOLTA RAEE

I Centri di Raccolta RAEE siti in Contrada Pace e in Contrada Roccamotore a Larderia (gestiti dalla Società Messinambiente) sono finalizzati a raccogliere e trattare per avviarli a recupero i Rifiuti di Apparecchi elettrici ed Elettronici.


CENTRI COMUNALI DI RACCOLTA

La Programmazione messa a punto dall’ATOME3 ha tenuto in considerazione, proprio per lo sviluppo della RACCOLTA DIFFERENZIATA, il funzionamento dei CENTRI DI CONFERIMENTO diretto come i CENTRI COMUNALI DI RACCOLTA . Per CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA si intende un’area attrezzata a livello comunale che ha essenzialmente la funzione di stoccaggio provvisorio in sicurezza di più tipologie di materiali: stoccaggio delle frazioni raccolte in modo differenziato da inviare a recupero.

INTERVENTI IN CORSO PER L'IMPIANTISTICA

In località PACE sono in corso i lavori di costruzione dell’IMPIANTO DI SELEZIONE e valorizzazione delle frazioni secche dei rifiuti provenienti dalla Raccolta Differenziata. Si tratta di un moderno impianto, capace di trattare un consistente quantitativo di rifiuti differenziati e che permetterà al territorio comunale di essere dotato di un’importante struttura per la gestione in loco dei materiali da inviare a recupero. Il centro di selezione, infatti, sarà molto più grande di quello già attivato alla piattaforma di Larderia dove viene trattato il cartone proveniente dalla raccolta “porta a porta” tra gli esercizi commerciali (potrà trattare circa 100 ton/giorno di materiale proveniente da raccolta differenziata, quindi pari a 10 volte quello già in esercizio).

LA SCELTA DELLA DIGESTIONE ANAEROBICA E IL COMPOSTAGGIO DI QUALITA'

La componente organica dei rifiuti rappresenta la frazione più problematica da gestire con i sistemi tradizionali di smaltimento per gli impatti ambientali che genera. Gli impianti di compostaggio in genere consentono di trattare la componente organica al fine di riciclarla sotto forma di fertilizzanti organici. La frazione organica può e deve essere una risorsa, opportunamente gestita. La digestione anaerobica è un processo biologico complesso per mezzo del quale, in assenza di ossigeno, la sostanza organica viene trasformata in biogas. I risultati che si possono ottenere dall’introduzione di questo sistema, all’interno del Ciclo Integrato della Gestione rifiuti dell’ATOME3, sono molteplici tra cui la possibilità di trattamento della frazione organica con evidente vantaggio economico dovuto allo sfruttamento energetico.